Grafobiometristi con Ordine Avvocati di Ancona e Accademia Marchigiana di Logica Giuridica

Venerdì 15 giugno presso l’Università Politecnica delle Marche si è tenuto l’incontro dal titolo “La firma grafometrica: implicazioni forensi e giudiziarie”.

I relatori hanno affrontato la firma grafometrica sotto differenti punti di vista, permettendo di cogliere le implicazioni normative e tecniche sia in fase di acquisizione che di contenzioso.

Il prof. Luigi Di Murro ha aperto i lavori della giornata sottolineando l’importanza della diffusione di conoscenza sulle firme elettroniche e sulle questioni specifiche che coinvolgono la firma grafometrica.

Durante gli interventi, particolare accento è stato posto sull’attività del Grafobiometrista, figura professionale in grado di presidiare con competenza le fasi tecnico-peritali. Il grafobiometrista è un professionista specializzato sulle tematiche poste dalla firma grafometrica, grazie all’adozione di specifici protocolli. Punto di partenza è stata l’attuale percezione della firma grafometrica da parte degli avvocati italiani, aspetto rilevato dal nostro gruppo di ricerca attraverso una survey nazionale nel 2017. Le attività passate e future dei Grafobiometristi Italiani Associati proseguono nella direzione di supporto agli operatori del settore legale attraverso la formazione e l’informazione su questi temi.

Gli altri interventi, provenienti dal mondo della ricerca sulla scrittura (Centro Ricerche sulla Scrittura) e dal mondo commerciale, hanno fornito una visione completa sulle questioni che coinvolgono la firma grafometrica, aiutando a correggere anche alcune false credenze.

Particolare interesse dimostrato dagli avvocati presenti, soprattutto per gli aspetti che competono il loro lavoro e quindi il valore della firma e le particolarità che ne conseguono in caso di contenzioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *